Logo


News: : 11 settembre 2001- 11 Settembre 2016: Oriana ha sempre ragione!
(Categoria: IoStoConOriana.it)
Scritto da pierlu
Sunday 11 September 2016 - 12:20:18

Sono passati 15 anni da quel terribile 11 settembre, per ricordarlo non vogliamo fare commenti, semplicemente citare quanto scriveva Oriana Fallaci in "La rabbia e l'orgoglio".

"Sbaglia, dunque, chi crede che la
Guerra Santa si sia conclusa nel novembre del
2001 cioè con la disgregazione del regime talebano
in Afghanistan. Sbaglia chi si consola con le immagini
delle donne che a Kabul non portano più il
burkah e a volto scoperto escono di casa, vanno di
nuovo dal dottore, vanno di nuovo a scuola, vanno
di nuovo dal parrucchiere. Sbaglia chi si accontenta
di vedere i loro mariti che dopo la disfatta dei
Talebani si levano la barba come, dopo la caduta di
Mussolini, gli italiani si levavano il distintivo fascista.
Sbaglia perché la barba ricresce e il burkah
si rimette: negli ultimi vent'anni l'Afghanistan
è stato un alternarsi di barbe rasate e ricresciute, di
burkah tolti e rimessi. Sbaglia perché gli attuali
vincitori pregano Allah quanto gli attuali sconfitti,
dagli attuali sconfitti non si distinguono in fondo
che per una questione di barba, (infatti le donne li
temono in uguale misura), e quasi ciò non bastasse
si litigano ferocemente tra loro alimentando il
caos e l'anarchia. Sbaglia perché tra i diciannove
kamikaze di New York e di Washington non c'era
nemmeno un afgano e ifuturi kamikaze hanno altri
luoghi per addestrarsi altre caverne per rifugiarsi.
Guarda la carta geografica: a sud dell'Afghanistan c'è
il Pakistan, a nord ci sono gli stati mussulmani dell'ex
Unione Sovietica, a ovest c'è l'Iran. Accanto all'Iran c'è
l'Iraq, accanto all'Iraq
c'è la Siria, accanto alla Siria c'è il Libano ormai
mussulmano. Accanto al Libano c'è la mussulmana
Giordania, accanto alla Giordania c'è l'ultramussulmana
Arabia Saudita, e al di là del Mar Rosso
c'è il continente africano con tutti i suoi paesi
mussulmani. Il suo Egitto e la sua Libia e la sua Somalia,
per incominciare. I suoi vecchi e i suoi giovani
che applaudono alla Guerra Santa. Sbaglia,
soprattutto, perché lo scontro tra noie loro non è
militare. È culturale, è religioso, e le nostre vittorie
militari non risolvono l'offensiva del terrorismo.
Anzi la incoraggiano, la inaspriscono, la moltiplicano.
Il peggio, per noi, deve ancora arrivare: ecco
la verità. E la verità non sta necessariamente nel
mezzo. A volte sta da una parte sola. Anche Salvemini
lo disse in quell'antífascist-meeting dell'Irving
Plaza."


Per chi non lo sapesse, Salvemini il 7 maggio 1933 parla all'Irving
Plaza su Hitler e su Mussolini. Sgolandosi dinanzi
a un pubblico che non lo capisce, ma lo capirà il
7 dicembre 1941 cioè il giorno in cui i giapponesi
alleati di Hitler e Mussolini bombarderanno Pearl
Harbor, sbraita: «Se restate inerti, se non ci date
una mano, prima o poi attaccheranno anche voi!».


Ebbene quel 11 settembre che pareva fosse destinato a colpire solo gli USA è stato solo l'inizio, poi è toccato nel 2004 alla Spagna, Madrid; nel 2005 a Londra; nel 2012 a Tolosa; nel 2013 a Londra;nel 2014 a Bruxelles; nel 2015 a Parigi, ripetutamente; nel 2016 a Bruxxelles; nel 2016 a Nizza. Quando toccherà a noi?


Questa News è tratta da:Io Sto Con Oriana
( http://www.iostoconoriana.it/e107/comment.php?comment.news.comment.217 )